Skip to Content

Come assistere qualcuno che ha subito violenza sessuale?

La violenza sessuale è comune: circa una donna su cinque subisce violenza sessuale. Ci sono dei consigli pratici da seguire per dare assistenza.

Come sostenere un'amica che ha subito un'aggressione sessuale

1800RESPECT
24 AUG 2014

Quando qualcuno subisce una violenza sessuale, le persone alle quali decide di parlarne svolgano un ruolo fondamentale. Un famigliare, amico o collega può offrire sostegno e assistenza. Può essere difficile sapere come rispondere e si potrebbe essere preoccupati di fare la cosa sbagliata. Ci sono alcune semplici cose che è possibile fare e le informazioni seguenti vi aiuteranno a rispondere. È disponibile anche l’aiuto professionale.
Per saperne di più sulla violenza sessuale potete leggere Che cos'è la violenza sessuale?

Ottenere aiuto

I servizi disponibili per la violenza sessuale sono un punto di partenza per ottenere aiuto. Forniscono consigli e informazioni alle persone che hanno subito una violenza sessuale di recente e alle persone che forniscono loro assistenza. I dettagli relativi ai servizi per la violenza sessuale nelle vicinanze si trovano qui [in inglese]. La maggior parte dei servizi consente di accedere ad interpreti e ad assistenza fuori dagli orari di ufficio.

Anche il servizio telefonico 24 ore su 24 di 1800RESPECT è un buon punto di partenza. 1800RESPECT fornisce consulenza telefonica, consigli e informazioni alle persone che hanno subito violenza sessuale ed ai famigliari, amici o colleghi che forniscono loro assistenza. Telefonate al 1800 737 732.

Cosa fare

Parlare della violenza sessuale può essere difficile per le vittime/i sopravvissuti. Sappiamo che molte vittime/sopravvissuti temono di non essere creduti, di essere colpevoli o che la loro esperienza sia negata o sminuita.
Lo schema seguente in sei passaggi aiuta a rispondere a tali timori e ad assistere qualcuno che abbia subito violenza sessuale.

Credere

Quando qualcuno dice di aver subito violenza sessuale, il vostro ruolo è di credere, assistere e aiutare a valutare le opzioni disponibili. È naturale voler porre molte domande, ma questo comportamento può essere molto intrusivo. Prima di chiedere, ascoltate.

Ascoltate

Alcune persone desiderano parlare immediatamente della loro esperienza, altre no. Offrire di ascoltare senza interrompere ed essere presenti, senza giudicare, quando una vittima/un sopravvissuto è pronto a parlare sono elementi importanti dell'assistenza.

Aiutate a valutare le opzioni

Assicurando che una vittima/un sopravvissuto sia consapevole dei propri diritti ed opzioni, si riconosce il suo diritto ad avere quanto più controllo possibile su ciò che accade in seguito. È possibile prestare aiuto nello scoprire i servizi disponibili e come utilizzarli. Gli impatti della violenza sessuale possono rendere difficile, per una vittima/sopravvissuto, pensare immediatamente a queste cose. L'assistenza nel trovare e accedere ai servizi può essere un buon punto di partenza se la vittima/sopravvissuto desidera perseguire questa possibilità.

Non incolpate mai

Le vittime/sopravvissuti non devono mai essere incolpate per la violenza sessuale. La violenza sessuale non è mai ammessa. Ciò che una persona indossa, la loro cultura, l’età, l'utilizzo di droghe o di alcool o la relazione con il perpetratore non sono mai responsabili della violenza sessuale da parte di qualcuno.

Chiedete prima di toccare

Dopo una violenza sessuale, alcune persone non vogliono essere toccate. È importante chiedere per esempio: "Va bene se ti abbraccio?" In questo modo è meno probabile che vengano risvegliati i cattivi ricordi o che il trauma associato alla violenza sia rivissuto.

Riconoscete i propri sentimenti e chiedere assistenza per se stessi

È normale sentirsi sconvolti, perfino arrabbiati, quando una persona cara subisce un evento violento e traumatico. Riconoscete i vostri sentimenti e chiedete assistenza per voi stessi quando lo ritenete necessario. Potete chiamare 1800RESPECT e parlare con i servizi per la violenza sessuale, o anche il vostro operatore sanitario.

Gli impatti della violenza sessuale

Capire gli impatti può aiutarci ad assistere qualcuno che abbia subito una violenza sessuale. Gli effetti della violenza sessuale sono enormi e includono impatti fisici, emotivi e psicologici. Sappiamo che la maggior parte degli atti di violenza sessuale sono commessi da una persona conosciuta e fidata, pertanto talvolta gli effetti si verificano nello spazio intimo della famiglia o di un gruppo di amici. Rispondere bene alle esigenze immediate delle persone che hanno subito una violenza sessuale può contribuire a ridurre i danni. Anche continuare ad assistere le persone nel processo di guarigione è importante.

Problemi di salute

Assistere qualcuno che ha subito una violenza sessuale di recente indica parlare di  ferite fisiche e/o altri problemi sessuali o di salute.
 Alcune cose che possono preoccupare la vittima/il sopravvissuto sono:

  • Gravidanza

  • Infezioni trasmesse sessualmente (ITS)

  • Esposizione all'HIV

  • Preoccupazioni generali di salute

Un operatore sanitario deve tenere in considerazione che subire una violenza sessuale priva in modo profondo la vittima/il sopravvissuto della sensazione di essere in controllo del proprio corpo. Qualsiasi intervento deve amplificare al massimo la loro sensazione di essere in controllo del proprio corpo e delle proprie decisioni.

Denuncia alla polizia

Se la vittima/il sopravvissuto desidera denunciare la violenza alla polizia, vi sono alcuni punti  importanti su cui riflettere. Risulta utile che qualcuno che assista la vittima/il sopravvissuto sia consapevole di come funziona il sistema e sia in grado di discutere i punti chiave in modo rispettoso e compassionevole. Questo fornisce maggiore controllo e possibilità di scelta alla vittima/al sopravvissuto.
Una vittima/un sopravvissuto può decidere di non denunciare la violenza subita alla polizia o di non sottoporsi a una visita medica o ad un controllo di medicina legale. Si tratta di una scelta personale che deve essere rispettata.
In Australia, la polizia opera indipendentemente da gruppi religiosi o politici. È guidata dagli statuti penali (leggi) che sono scritti e accessibili a tutti dalla home page del parlamento di ogni stato. Il ruolo della polizia è di raccogliere prove e investigare questioni relative a qualsiasi denuncia di violenza sessuale.

Cose da considerare quando si sporge denuncia

Il vostro servizio per la violenza sessuale locale può aiutarvi a comprendere il processo legale e di denuncia del vostro stato o territorio. Il linguaggio e le procedure legali possono essere poco chiari, ma potete sempre richiedere che qualcosa non chiaro sia spiegato in termini piu` semplici.Non esitate a chiedere se c'è qualcosa che non si capisce.

Quando sono coinvolti dei bambini o adolescenti

Quando i bambini e gli adolescenti subiscono violenza sessuale, la persona con cui parlano per prima può avere un ruolo molto importante nell'aiutarli ad accedere a servizi di protezione e ad assistenza ed a fornire loro un "pronto soccorso emotivo".
Siate chiari del vostro ruolo. I bambini e gli adolescenti devono essere creduti, confortati ed aiutati a sentire che non sono in alcun modo responsabili di ciò che è accaduto. Nel rivelare la violenza, un bambino o adolescente conta su di voi per agire per conto suo per interrompere l'abuso.
Qualsiasi atto sessuale con un minore è un reato e può essere denunciato alla polizia. Chiamate lo 000.
Se state assistendo un bambino o un adolescente che ha subito violenza sessuale, esistono dei servizi che possono aiutarvi.
Oltre ai servizi elencati sopra nella sezione generale, quando sono coinvolti dei bambini o degli adolescenti vi sono alcune cose importanti da ricordare. I servizi locali per la violenza sessuale o per la protezione dei bambini sono fonti di informazioni ed assistenza per comprendere le opzioni disponibili e pianificare una risposta.
Chiunque abbia delle preoccupazioni relative ad un bambino deve discuterne con il servizio locale per la protezione dei bambini. Ora tutti gli stati hanno delle leggi di denuncia obbligatoria. Tali leggi impongono che determinate persone siano legalmente obbligate a denunciare qualsiasi preoccupazione alle autorità appropriate. Se non siete sicuri che sia il caso di presentare denuncia, aspettate a dopo aver parlato con un esperto. Potete sempre parlare con degli esperti nel campo, come il servizio per la violenza sessuale locale o l'agenzia statale per la protezione dei bambini, per ricevere assistenza. 1800RESPECT può fornire consigli nella vostra lingua relativi alla denuncia obbligatoria chiamando il 1800 737 732.

Quando si da` assistenza a bambini e ad adolescenti che hanno subito violenza sessuale, il vostro ruolo in quanto adulto, è di aiutarli a rimanere al sicuro e di agire per fermare l’abuso.